Clonazione zootecnica

La tecnica della clonazione somatica, meglio definita come "somatic cell nuclear transfer", è la procedura con la quale il nucleo di una cellula (ottenuta da una biopsia cutanea dell’animale da clonare) è trasferito all’interno di un ovocita privato del proprio nucleo. In questo modo si ottiene un embrione che, trapiantato nell'utero di una femmina ricevente, si svilupperà in un soggetto geneticamente identico al donatore della cellula cutanea. La clonazione consente quindi di produrre delle copie genetiche di animali di particolare interesse.

Inoltre, la clonazione può essere associata all’ingegneria genetica laddove le cellule utilizzate per la clonazione siano state geneticamente modificate; in questo caso l’animale clonato sarà portatore della stessa modificazione genetica e sarà quindi un animale transgenico. Questa procedura è attualmente quella più utilizzata per generare modelli di grossi animali per la ricerca biomedica.

Dopo la nascita del primo mammifero clonato da una cellula somatica, la pecora Dolly nel 1996, Avantea ha sviluppato la tecnica della clonazione adattandola alle caratteristiche biologiche delle diverse specie animali generando alcuni dei “first clone” nella specie bovina, equina e suina.

 

Galileo, primo clone al mondo di un toro adulto

Nel 1999 presso il Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione di Avantea nasce il primo clone al mondo di un toro adulto: Galileo, una copia genetica del famoso toro americano Zoldo di razza Bruna. Galileo non è solo il primo toro clonato ma è anche il primo clone ottenuto utilizzando linfociti, le cellule bianche del sangue, raccolti dal soggetto originale Zoldo. Una nuova tecnica sperimentata per dimostrare la possibilità di clonare animali anche attraverso un semplice prelievo di sangue.

 

Prometea, primo clone equino al mondo

Nel 2003 Avantea ottiene il primato mondiale del primo cavallo clonato, la puledra Prometea, annunciata da un articolo scientifico di Nature che la rende celebre presso tutta la comunità scientifica. Prometea non è solo il primo cavallo clonato ma ha anche una seconda peculiarità che la rende unica: il fatto di essere stata partorita dalla stessa cavalla dalla quale sono state derivate le cellule utilizzate nel trasferimento nucleare.

Primi suini clonati in Italia

Nel 2005 Avantea ottiene in Italia i primi suini clonati. Da allora l’attività di ricerca si concentra sul suino e la clonazione è utilizzata soprattutto nell’ambito della ricerca biomedica.

 

Pubblicazioni (ultimi sette anni)

 Clicca qui per vedere tutte le pubblicazioni