Salvataggio genetico - cavalli

Servizio di Salvataggio Genetico è stato selezionato da Italia degli Innovatori nell'edizione 2011/2012.

Nella tragica evenienza di incidenti, che arrestano per sempre il percorso sportivo di grandi campionesse, la tecnologia del Salvataggio Genetico offre la concreta possibilità di consentire il proseguo della loro carriera riproduttiva.

Questa tecnologia consiste nel recupero delle ovaie, dopo eutanasia o decesso per le più svariate ragioni, e nella raccolta degli ovociti presenti all'interno dei follicoli ovarici  seguita dalla loro fecondazione in vitro tramite iniezione di uno spermatozoo in ciascun ovocita (IntraCytoplasmic Sperm Injection o ICSI). Dopo la fecondazione gli ovociti sono coltivati in incubatore per circa una settimana fino a quando raggiungono lo stadio di embrioni idonei ad essere trasferiti subito in cavalle riceventi oppure ad essere congelati e stoccati per un trasferimento successivo.

Diversi campioni, come la celebre ed indimenticabile Ava, sono già nostri testimonials.

RICHIEDI UN PARERE TECNICO O UN PREVENTIVO

Ava e Susanna Bordone

 

Ava, tre volte campione italiano, ha condotto 18 competizioni internazionali a tre stelle, 7 gare a quattro stelle, 2 Olimpiadi, 2 campionati europei, 3 volte ha preso parte all'internazionale di Badminton, 1 volta a quello di Burghley e 1 volta a quello di Pau. È scomparsa improvvisamente nel 2010 all’età di 18 anni, vittima di un incidente.